“Si sta come
d’autunno
sugli alberi
le foglie.”

Forse il paragone coi tempi della grande guerra è un po’ azzardato, forse può, addirittura, sembrare irriguardoso. Ma mi sembrava che, questi versi, descrivessero appieno la sensazione di precarietà, di sospensione che viviamo in questo opaco periodo della nostra vita.
Un’amica mi descriveva la sua sensazione di vivere in una bolla sospesa in aria, incapace di dare una direzione.

Già: quello che più caratterizza questi tempi è la volontà di non scegliere, quasi lo ritenessimo inutile, troppo vulnerabile alle curve di propagazione di questo morbo oscuro, ancora lontano dall’essere debellato.
Così, anche noi di PERISCOPIO abbiamo deciso di non scegliere.
Abbiamo NON scelto di NON festeggiare il Natale ed abbiamo anche NON scelto di NON chiudere gli occhi sul mondo.
Come dire: il futuro è incerto, ma la speranza, la voglia di resilienza è sempre più forte di qualsiasi incertezza.

Ed eccoci, quindi, uscire a ridosso delle festività con questo nuovo numero, ricco di riflessioni nostre ed altrui e, come sempre, aperto ai vostri suggerimenti e, perché no, alle vostre critiche.
E, perché la speranza non ci abbandona mai, abbiamo aggiunto un inserto con i lavori, i modi con cui, nelle nostre strutture, stiamo preparandoci al NATALE. Ed abbiamo anche voluto dare, a questo inserto, la forma di un videoclip, da fruire con una certa leggerezza.
Vi ringraziamo, se vorrete leggerci (basterà cliccare sull’immagine sotto per aprire il pdf)  e ancor più se vorrete fornirci un vostro feedback, perché anche questo speriamo: di crescere e migliorarci sempre, con il vostro aiuto
G.Colella

 

 

 

 

 

I

Guarda il video