La Cooperativa L’Adelfia gestisce due Case per la Vita.

La casa per la vita è una casa famiglia per persone con problematiche psicosociali, intesa come struttura residenziale a carattere prevalentemente sociale e a bassa intensità assistenziale sanitaria, per accoglienza temporanea o permanente, consistente in un nucleo, anche autogestito, di convivenza a carattere familiare per persone con problematiche psicosociali definitivamente uscite dal circuito sanitario/psichiatrico, prive di validi riferimenti familiari, e/o che necessitano di sostegno nel mantenimento del livello di autonomia e nel percorso di inserimento o reinserimento sociale e/o lavorativo.

Le Case per la Vita gesite dalla Cooperativa Sociale L’Adelfia si trovano a Galatina e Specchia. Entrambe hanno caratteristiche funzionali ed organizzative proprie della casa famiglia e sono orientate al modello comunitario.
Sono concepite in funzione della valorizzazione delle autonomie e dei bisogni relazionali degli ospiti; sono dotate di più accessi alla struttura, che così diviene modulare.

Ciascun modulo abitativo è costituito da camere da letto doppie e singole. Ogni camera è adeguatamente arredata e personalizzata, separata dagli spazi destinati alle attività collettive e di socializzazione e organizzata in modo da garantire l’autonomia individuale, la fruibilità e la privacy.

Gli spazi collettivi destinati alla socializzazione, cucina, sala pranzo-sala TV, spazio destinato alle attività giornaliere e ricreative sono comuni ai moduli.

In ogni modulo esiste uno spazio accogliente per ricevere gli amici e i parenti.

Gli esterni sono attrezzati per la coltura di piante officinali ed aromatiche, per le conversazioni all’aperto, per ogni evento culturale.

Gli spazi sono organizzati in modo funzionale al progetto globale di potenziamento delle autonomie o di mantenimento di quelle già possedute.

Le attività e gli interventi vengono attuati in base al progetto individualizzato predisposto dai competenti Servizi sociali, in collaborazione con i Servizi sanitari e socio-assistenziali territoriali.

Gli interventi pertanto sono volti a valorizzare e implementare le autonomie e le capacità di iniziativa sia all’interno sia fuori della struttura.

L’ospite viene supportato nella conduzione e nella pulizia degli ambienti, nella cura di sé e degli indumenti personali e nella gestione del denaro con l’obiettivo di favorire la partecipazione personale attiva nella gestione quotidiana della casa.

Si investe sulle motivazioni, si incoraggia e si sostiene una positiva vita di gruppo all’interno di ogni appartamento.

Il gruppo costituisce così una significativa dimensione affettiva, di appartenenza e di solidarietà; offre opportunità di apprendimento per imitazione e per confronto, di stimolo e di crescita personale.

Molta attenzione viene data alle attività di socializzazione esterna per favorire le quali gli ospiti vengono aiutati nella gestione degli acquisti, nella fruizione dei servizi medici, specialistici e assistenziali, nell’orientamento e negli spostamenti sul territorio, nel mantenere o formarsi una rete di relazioni sociali più ampia possibile che impegni il tempo libero e dalla quale ricavare gratificazione e affettività.

Vengono promossi i contatti con i vicini, la parrocchia, le associazioni sportive, le associazioni di promozione di attività nel tempo libero.